· 

Il SETUP per il fotografo sportivo

IL SETUP PERFETTO PER LA FOTOGRAFIA SPORTIVA:

Consigli sul setup di attrezzatura per la foto sportiva


Specie se si è alle prime armi il rischio iniziale è quello di farsi influenzare dalla confusione che gira in rete e puntare le proprie risorse in qualcosa di concettualmente sbagliato.

Negli anni ingiro per i circuiti mi sono fatto un idea sull'argomento e ne approfitto per condividere la mia esperienza, precisando che non sono un maestro ma un semplice appassionato di motori e fotografia, solo poi con il tempo, la perseveranza e l'impegno sono riuscito a far di questo una professione.

 

 

ATTREZZATURA

 

 

NELLA FOTOGRAFIA SPORTIVA L'ATTREZZATURA PUO' FAR DAVVERO LA DIFFERENZA.  DISCIPLINA SICURAMENTE TRA LE PIU' COSTOSE CHE SI POSSONO SCEGLIERE.

 

 

FOTOCAMERA

 



un conto è fotografare con una reflex senza un AF veloce e una lente poco luminosa, un altra utilizzare un corpo macchina con AF di tipo evoluto con tracking e impostazioni modificabili per i diversi tipi di azioni, gestione di ISO in condizioni di bassa luminosità senza influire in modo importante sul rumore ...

Ho provato di persona diversi tipi di reflex, tutte Canon, il primo corpo macchina è stato Canon, le lenti pure ... sarei un pazzo a cambiare tutto per seguire mode del momento.


Se dovessi iniziare ore acquisterei una 7d, una 7d mk2 o una 5d mk3 usata .. cercando ben si trovano corpi macchina con pochissimi scatti, la fotografia è ancora un settore dove c'è gente che butta via soldi per poi rivendere tutto dopo poco per il modello nuovo ... e cogliere certe vendite vuol dire fare un affare.

Se si ha poi modo di accedere a un noleggio o di acquistarne una la serie 1DX mk2 per Canon e la D5 Nikon rappresentano quando di meglio si può avere per fare un reportage di altissimo livello.

 

 

 

OBIETTIVI

 

 

Se si fotografa la pit lane e anche i box è necessario munirsi di flash per compensare eventuali problemi di luce come succede spesso visto la differenza tra l'esterno e l'interno.

Solitamente per le fotografie dai box si usano:

16/35 2.8
24/70 2.8

70/200 2.8

 

C'è chi poi per fare qualcosa di inciso e diverso utilizza anche lenti fisheye che all'occorrenza possono rivelarsi utilissime.

 

 

Dal tracciato invece la situazione è più complessa, sarà indispensabile munirsi di un monopiede per sorreggere il peso di un corpo professionale unitamente al teleobiettivo ... per le gare di auto e moto le più utilizzate sono focali di 500mm o 600mm F4.

 

Sembra assurdo ma talvolta, quando per una particolare situazione ci si trova corti, può rendersi necessario anche montare un moltiplicatore ed è proprio li che qualità della lente e una fotocamera professionale fanno la differenza.

 

La fotografia sotto è stata effettuata con un teleobiettivo da 400mm 2.8 moltiplicato 2x ... 800 mm di focale senza una sbavatura

 

Espargaro - Aprilia MotoGP - Foto effettuata con 400mm f2.8 + moltiplicatore 2X
Espargaro - Aprilia MotoGP - Foto effettuata con 400mm f2.8 + moltiplicatore 2X

 

Ciò nonostante nessuno vieta di ovviare ai pesanti teleobiettivi con lenti meno performanti ma con una resa più che buona come i Zoom Canon 100/400 o addirittura Sigma 150/600 ... Nikon 200/500 e così via ...

Quello che noto più spesso da parte dei professionisti è l'utilizzo del fisso durante prove e qualifiche per poi viaggiare leggeri e concentrarsi sulla cronaca della gara con la lente zoom che come vantaggio permetterà inoltre di cogliere fasi importanti anche quando con un 500 o un 600 mm si sarebbe lunghi e quindi penalizzati.